Almanacco del Giorno Leone Africano - Almanacco
Voce dell'Almanacco del 22 gennaio, per la rubrica 'Il Mondo degli Animali'. Evento avvenuto 3 anni fa. Il leone, nome scientifico Panthera leo, è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei Felidi. Il maschio di questo...

Il Mondo degli Animali

Leone Africano


mercoledì 22 gennaio 2014 (3 anni fa)

Leone Africano: Il leone, nome scientifico Panthera leo, è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei Felidi.

Il maschio di questo imponente e affascinante felino ha come caratteristica fisica più evidente la criniera (una zona di pelo particolarmente lungo e folto che ricopre la testa, il collo e la sommità delle spalle) di un colore che varia dal biondo al marrone scuro. La pelliccia è folta e corta e il colore varia dal camoscio al rossiccio. Il maschio può raggiungere i 250 chili di peso e una lunghezza di 120 centimetri. La coda può superare il metro di lunghezza, e termina con un ciuffo peloso di colore nero. Il dimorfismo sessuale si evidenzia, oltre che nella criniera, anche col fatto che le femmine sono notevolmente più piccole fisicamente.

I leoni vivono principalmente nell'Africa sub-sahariana, il loro habitat sono le savane e le praterie. Purtroppo ormai sono presenti unicamente nelle riserve.
Sono animali carnivori e si nutrono principalmente di grandi mammiferi quali antilopi, gnu, zebre, bufali e impala. Hanno bisogno di 20 chili di carne al giorno. Restano inattivi durante la giornata, riescono a riposare anche 20 ore su 24. In natura le femmine possono vivere fino a 16 anni mentre i maschi, normalmente, non superano i 10 anni.

I leoni sono gli unici felini a vivere in branchi. Vivono in unità familiari che possono avere fino a tre maschi e circa dodici femmine con i loro cuccioli. Le leonesse appartenenti al branco sono tutte imparentate tra loro e i cuccioli femmina, crescendo, rimangono all’interno del branco in cui hanno visto la luce. La femmina è un'attiva cacciatrice, il maschio, invece, è impedito nell'attività predatoria dalla presenza dell'ingombrante criniera, che provoca surriscaldamento e, inoltre, rende problematico il mimetismo.
A parità di condizioni ambientali la morfologia della criniera è determinata da fattori genetici, dal livello di maturità sessuale e dalla produzione di testosterone, quindi la criniera, attualmente, è solo un fattore di selezione sessuale.

Da diverse analisi effettuate sui leoni presenti in Tanzania si è scoperto che più del 90% dei leoni sono affetti da un virus simile all'HIV, si chiama FIV (Feline Immunodeficiency Virus). Questo virus però sembra che non abbia alcuna influenza sulla salute dei leoni ma solo su quella dei gatti domestici.
Il leone è una specie vulnerabile secondo la IUCN.

Vedi Anche
Altre voci del 22 gennaio: Gli Alleati sbarcano ad Anzio; Biografia: André-Marie Ampère; Biografia: Antonio Gramsci; Biografia: Luigi Simoni; Biografia: Matteo Pelliciari; Biografia: Mohamed Sissoko; La Juventus campione d'inverno

{!} inserisci il box Almanacco nel tuo sito o nel tuo blog

Pagine Utili
Santi e eventi 22 gennaio

Android app su Google Play

 
Mondi.it: Almanacco © 2012-2017 Prometheo App Android Informativa Privacy - Avvertenze