Almanacco del Giorno Benz brevetta la prima vettura a motore - Almanacco
Voce dell'Almanacco del 29 gennaio, per la rubrica 'Accadde Oggi'. Evento avvenuto 131 anni fa. Accensione elettrica. Carburatore. Due posti a sedere e niente pedali. Freno e acceleratore azionati a mano. Con la Motorwagen brevettata...

Accadde Oggi

Benz brevetta la prima vettura a motore


venerdì 29 gennaio 1886 (131 anni fa)

Benz brevetta la prima vettura a motore: Accensione elettrica. Carburatore. Due posti a sedere e niente pedali. Freno e acceleratore azionati a mano. Con la Motorwagen brevettata nel 1886 dall'ingegnere tedesco Karl Benz nacque l'autovettura a motore, alimentato a benzina.

Dopo i primi esperimenti di locomozione a vapore, verso la fine del XIX ci fu un salto di qualità grazie all'introduzione di motori alimentati a gas, benzina e diesel. Dalla prima bicicletta di Starley (perfezionamento del velocipede costituito da due ruote di dimensioni differenti), si era arrivati ai primi prototipi di motocicletta.

L'ambizione di Benz era però di creare qualcosa di più comodo e che potesse trasportare più persone. Sostenuto da finanziatori privati, nel 1883 fondò la Benz & Cie. Rheinische Gasmotorenfabrik, mettendosi a costruire motori a gas a due tempi progettati da lui. Due anni dopo ottenne l'obiettivo agognato: la realizzazione di un triciclo a motore, alimentato a benzina.

Al fiasco del primo modello 1885, che si dimostrò ingovernabile andando a sbattere contro un muro, fece seguito un secondo prototipo sicuro e affidabile. Brevettato con il nome Motorwagen nel 1886, il triciclo aveva una potenza di quasi un cavallo e poteva raggiungere i 15 km/h.

A distinguerla dai modelli precedenti, semplici adattamenti di una carrozza a cavalli, era principalmente la struttura avveniristica, con accorgimenti tecnici che l'avvicinavano all'automobile moderna. Il Motorwagen montava un motore monocilindrico a quattro tempi, azionabile elettricamente, con annessi carburatore e radiatore ad acqua. Completavano le dotazioni lo sterzo e il telaio tubolare in acciaio.

I primi test furono effettuati nell'estate dello stesso anno, accolti dalla freddezza e in alcuni casi dal disprezzo della gente. A questo punto Benz fu preso dallo sconforto sulla reale possibilità di trarne un successo commerciale; a risollevarlo fu l'iniziativa di sua moglie, che si rivelò un’efficace strategia di marketing. La signora Bertha, insieme ai due figli, montò sulla vettura e raggiunse la casa dei suoi genitori, percorrendo 180 chilometri tra lo stupore dei passanti.

La notizia rimbalzò sulla stampa locale e un cronista del Mannheimer Zeitung ribattezzò come "velocipede" il triciclo di Benz. Quest'ultimo, ritrovato l'entusiasmo degli inizi, s'impegnò a migliorare la sua scoperta, fino al definitivo Motorwagen 3, con ruote in legno, che venne esposto all'Expo di Parigi del 1887.

L'agguerrita concorrenza della Daimler Motoren Gesellschaft, fondata da Gottlieb Daimler (altro pioniere dell'industria automobilistica mondiale), che s'impose sul mercato con i primi modelli Mercedes (dal nome della figlia di Emil Jellinek, diplomatico e imprenditore austriaco che contribuì alla popolarità dei modelli DMG, da lui guidati nelle gare automobilistiche), mandò in crisi la Benz & Cie.

In disaccordo con gli altri soci, Karl abbandonò l'azienda per fondarne un'altra che, tuttavia, produsse autovetture di scarso successo. Nel 1926 la DMG e la Benz & Cie si fusero dando vita al gruppo Daimler-Benz e al prestigioso marchio Mercedes-Benz.

Vedi Anche
Rimandi: Biografia: Karl Benz; Almanacco Germania
Altre voci del 29 gennaio: Prima edizione del Festival di Sanremo; Biografia: John Davison Rockefeller jr; Biografia: Amii Stewart; Biografia: Tom Selleck; Biografia: Venanzio Ortis; Biografia: Eleonora Ambrosi; Biografia: Josip Iličič; 100ª edizione dell'Australian Open; Doodle: Anton Čechov; Ara gialloblu

{!} inserisci il box Almanacco nel tuo sito o nel tuo blog

Pagine Utili
Santi e eventi 29 gennaio
Eventi anno 1886

Android app su Google Play

 
Mondi.it: Almanacco © 2012-2017 Prometheo App Android Informativa Privacy - Avvertenze