Almanacco del Giorno Prima schedina totocalcio - Almanacco
Voce dell'Almanacco del 5 maggio, per la rubrica 'Accadde Oggi'. Evento avvenuto 71 anni fa. Un rito del fine-settimana degli italiani per oltre mezzo secolo, la mitica schedina del Totocalcio debuttò nei bar la prima...

Accadde Oggi

Prima schedina totocalcio


domenica 5 maggio 1946 (71 anni fa)

Prima schedina totocalcio: Un rito del fine-settimana degli italiani per oltre mezzo secolo, la mitica schedina del Totocalcio debuttò nei bar la prima domenica di maggio del 1946. Una colonna da indovinare, al costo di 30 lire!

Con un Paese intento ancora a rimarginare le ferite inferte dalla Seconda guerra mondiale e atteso dalle prime elezioni politiche (per eleggere l'Assemblea Costituente che redasse la nuova Carta costituzionale) dopo la fine del regime fascista, milioni di cittadini affidarono speranze e sogni a un piccolo rettangolo di carta, in bianco e nero ideato da tre giornalisti sportivi: Massimo della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo.

L'intuizione fu del triestino Della Pergola che, durante la prigionia nel campo profughi svizzero di Ponte de la Morge (vi si trovava in quanto ebreo), prese ispirazione da analoghi concorsi già esistenti in Svezia e nella stessa nazione elvetica. Tradusse in pratica l'idea dopo la guerra, fondando con Jegher e Molo la SISAL (Sport Italia Società a Responsabilità Limitata).

Il tagliando lanciato nel 1946 includeva 12 incontri, tra cui il big match "Inter-Juventus", più due partite di riserva che venivano conteggiate in luogo di rinvii e sospensioni di quelli nella griglia principale. Da quella storica domenica gli italiani cominciarono a familiarizzare con i segni "1", per la vittoria in casa, "2", per quella in trasferta, ed "X" per il pareggio.

A poco più di due mesi di distanza dal lancio della schedina, arrivò il primo vincitore, con un 12 da 463.846 lire (equivalente a circa 4 anni di paga di un operaio dell'epoca). Il tredicesimo risultato venne introdotto nel 1951 e da quel momento l'espressione «fare 13» entrò nella lingua italiana, indicando una strepitosa fortuna ricevuta dal destino o il conseguimento del più alto profitto tratto da un'impresa.

Vedi Anche
Altre voci del 5 maggio: Istituito il servizio postale nazionale; Alluvione di Sarno e Quindici; Biografia: Enzo Miccio; Biografia: Adele; Biografia: Tyrone Power; Biografia: Karl Marx; Biografia: Emanuele Giaccherini; Biografia: Serse Cosmi; La Juve vince il 26° scudetto; Doodle: Anniversario dei Kew Gardens; Acqua di mare

{!} inserisci il box Almanacco nel tuo sito o nel tuo blog

Pagine Utili
Santi e eventi 5 maggio
Eventi anno 1946

Android app su Google Play

 
Mondi.it: Almanacco © 2012-2017 Prometheo App Android Informativa Privacy - Avvertenze